Biografia

Bibliografia

Testi online

Perseo Ente Morale

Arte

Link

Contatti

Saggi

Scritti in volume

Riviste

Articoli

Articoli


Musica, droga & transe
Materiali di ricerca
a cura di Vincenzo Ampolo e G. Zappatore, presentazione di Pietro Fumarola
Sensibile alle foglie, Dogliani (CN), 1999

La copertina del volume "Musica, droga & transe"
   
Il bisogno di modificare gli stati di coscienza non è certamente un bisogno specifico dell’adolescenza, ma si ritrova in tutte le fasi del ciclo della vita, così come nella storia di tutti i popoli e di tutte le società. Se è vero, come afferma Weil che tale bisogno è sostanzialmente innato ed assai simile a quello sessuale, bisogna pure considerare come esso sia socialmente determinato, così come lo sono gli eventi che lo appagano.
Afferma Élémire Zolla a questo proposito: «L’uomo ha bisogno di assiomi per la mente e di estasi per la psiche come ha bisogno di cibo per il corpo: estasi e assiomi possono provenire soltanto dal mondo degli archetipi. Non bastano estasi lievi, brividi modesti: la psiche cerca la pienezza del panico. L’uomo vuole periodicamente smarrirsi nella foresta primigenia degli archetipi. Lo fa quando sogna, ma i sogni non bastano. Deve sparire da sveglio, rapito da un archetipo di pieno giorno... Certe società provvedono sensate sessioni di transe periodica, e la tecnica per scatenarla è quasi sempre d’una straordinaria semplicità: si accelera il canto e la danza, si salta sempre più in alto, si fuma più del solito...»